Browsing All Posts filed under »Reportage«

Amsterdam: ovvero, metti dei Tassisti italiani nella città delle biciclette

dicembre 15, 2011

5

Non siamo certo gli unici. È facile convincere del contrario il proprio ego ma, in realtà, siamo migliaia: un brulicare di personaggi pronti a seguire ciascuno il proprio tracciato dalla casa all’ufficio e ritorno, vivendo una serie infinita di mezze tinte declinate in grigio. Poi, subentrano dei corto circuiti genetici. Una serie di scintille più […]

Quattro passi a piedi fino alla frontiera

settembre 6, 2011

0

Continua da qui. (da A Berlino… che giorno era?, pubblicato sulla rivista Late For The Sky, anno XIX, n. 103 “Faccio quattro passi a piedi fino alla frontiera”: ovvero, i luoghi in musica della città. Può sorprendere che la capitale tedesca sia una città da scoprire passo dopo passo in ogni suo anfratto, con centinaia di luoghi […]

“Ich bin ein Berliner”: gente che va e gente che viene

settembre 4, 2011

2

Continua da qui. (da A Berlino… che giorno era?, pubblicato sulla rivista Late For The Sky, anno XIX, n. 103 Mentre il punk tenta in tutti i modi di infrangere le barriere a Est, alcuni degli artisti più significativi della musica contemporanea concepiscono le proprie opere nel settore occidentale, andando a influenzare sia la loro discografia […]

A Berlino… che giorno era?

agosto 31, 2011

1

Intro. La cosa migliore di questi giorni è fissare il calendario e stamparsi in testa quanto sia vicino il Berlin Festival. Salvo ricordarsi che, dannazione, sono mesi che non passo dalla città che ha tracciato un solco indelebile nella mia vita, trasformando il mio modo di pensare (se mai ne ho avuto uno prima) e […]

Dal diario di viaggio al Sziget Festival

agosto 25, 2011

3

La mattina dopo esser stati storditi per giorni da accordi distorti, ritmi tzigani, effluvi di pane appena sfornato e polvere che ti si appiccica addosso quasi a volerti incidere sottopelle l’atmosfera del Festival, basta aprire le finestre per ascoltare le prove dell’Opera di Stato di Budapest: un soprano canta le linee di un’aria in tedesco […]